Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.

ASSOCIAZIONE APICOLTORI DELLE PROVINCE TOSCANE CHI SIAMO  CORSI IN PROGRAMMA CORSI IN PROGRAMMA-2 CORSI IN PROGRAMMA-3- CORSI IN PROGRAMMA-4- CORSI IN PROGRAMMA-5- CONVEGNI FIERE E MANIFESTAZIONI FIERE E MANIFESTAZIONI- 2 COME DIVENTARE SOCIO LE API LE API-OPERAIA LE API-FUCO PATOLOGIE DELL'APE PATOLOGIE DELL'APE -2- INSTALLAZIONE DI UN APIARIO-ATTREZZATURA LA NORMATIVA 

INSTALLAZIONE DI UN APIARIO-ATTREZZATURA

L'AttrezzaturaL’occorrente per iniziare a allevare api sono: arnie, protezioni per l’apicoltore, attrezzatura per la smielatura e il confezionamento del miele. Arnie: Le arnie ad oggi adottate in tutto il mondo,sono il frutto di centinaia di anni di ricerche e sperimentazioni. Vari modelli e tipologie (americane, tedesche / Dadant-Blatt , Italica-Carlini etc.) ma tutte messe a punto secondo il modello di Langstroth, nel rispetto scrupoloso del cosiddetto ‘Passo d’ Ape‘ . Con la scoperta del “Passo d’Ape” l’apicoltura mondiale compie il salto di qualità. L’apicoltore può scegliere di praticare nomadismo o allevamento di api stanziale, in base a questa scelta il tipo di arnia cambia. Nomadismo L’apicoltura nomade consiste nello spostare gli alveari da un posto all’altro in funzione della presenza di piante nettarifere (cioè delle basi zuccherine da fornire alle api). Inoltre tali spostamenti consentono la produzione di mieli uniflorali permettendo un migliore offerta del prodotto finale. La transumanza è una tecnica di allevamento assai antica, già praticata dai nomadi, che trasportavano i loro alveari a dorso d’animale. StanzialeNell’apicoltura stanziale gli alveari sono fissi e il territorio di raccolta delle api non supera il raggio di 2 o 3 km attorno all’alveare – il che pone dei limiti alla raccolta. Accessori dell’arnia •Diaframma •Pannello che divide verticalmente il nido di un’arnia in due parti, possono essere di legno, metallo, compensato … •Escludi Regina •Griglia in lamiera stampata o in fili saldati, dotata di fori calibrati (4.1 mm) in modo tale da permettere solo il passaggio delle operaie. Utilizzato per impedire che la regina salga a deporre nel melario, viene inserito fra nido e melario.